giovedì 23 febbraio 2012

I commercianti chiassesi scrivono al Municipio per chiedere aiuto

Distinte autorità municipali,

il GCC vuole puntare l’attenzione sull’importante lavoro da noi svolto negli ultimi anni per affrontare questo momento difficile.Solo nell’anno 2011 sono stati investiti dal nostro gruppo circa 50'000 franchi nel tentativo di regalare alla città un’immagine vitale e propositiva: tra le tante iniziative possiamo citare diversi eventi di una certa rilevanza, una rivista trimestrale e l’adesione alla Chiasso Card.Chiaramente tutto ciò è stato possibile grazie allo sforzo notevole di ogni singolo commerciante.
Di importanza vitale è stato anche l’impegno del Municipio che ha attivamente collaborato ed appoggiato le iniziative del nostro gruppo, promuovendole costantemente.Municipio che inoltre ha per primo dato l’esempio investendo molto nella ristrutturazione di stabili fatiscenti.Crediamo che tutto questo impegno vada anche a favore dei proprietari degli stabili della nostra città che hanno sicuramente interesse ad avere commerci attivi e negozi affittati.Dobbiamo però tristemente constatare che gli sforzi di questi ultimi non sono certamente andati di pari passo con l’impegno da noi messo per il miglioramento della nostra cittadina.Crediamo dunque sia arrivato il momento di unire le forze e che il loro contributo sia divenuto fondamentale per non correre il rischio che Chiasso diventi sinonimo di abbandono e decadenza.Desideriamo quindi chiedere al Municipio di sollecitare i proprietari degli immobili che da anni sono abbandonati e pericolanti, affinché provvedano al più presto alla loro ristrutturazione.Naturalmente il fine ultimo è quello di renderli più facilmente affittabili evitando così di avere spazi vuoti e vetrine non sfruttate al meglio. Ciò creerebbe un’immagine di una città maggiormente attiva e permetterebbe di ampliare l’offerta invitando così al passeggio, tanto fondamentale per una città.Teniamo anche a sottolineare che stabili pericolanti possono anche essere causa di incidenti gravi che vorremmo assolutamente evitare.Visto il momento congiunturale particolarmente difficile chiediamo inoltre a tutti i proprietari una considerevole diminuzione dell’affitto, di almeno un 20% (che qualcuno ci ha già accordato), che ci permetta di continuare ad esercitare le nostre attività in maggior tranquillità.Speriamo che la nostra richiesta venga compresa nella sua essenza più vera, che è quella di unirci per il rilancio della nostra amata città. 

Cordialmente Vi salutiamo.

Gruppo Commercianti Chiasso

Nessun commento:

Posta un commento