mercoledì 22 febbraio 2012

Il Presidente del F.C. Chiasso scrive ai chiassesi e ai tifosi

Cari chiassesi, cari tifosi rossoblù,

esattamente un anno fà assumevo la carica di Presidente del glorioso FC Chiasso. Onore ed emozione furono le mie prime sensazioni. Poter rappresentare la squadra della nostra città a livello regionale e nazionale è stata sino ad ora un’esperienza avvincente. Dal punto di vista sportivo il 2011 ha visto la nostra compagine centrare gli obbiettivi preposti, vale a dire la salvezza (stagione 2010-2011) ed un brillante terzo posto raggiunto al termine del girone di andata della stagione in corso. Parallelamente al torneo che si disputa sui campi di calcio, la dirigenza porta avanti un’altra sfida che è fondamentale per vedere le casacche rossoblù giostrare negli stadi svizzeri.

Si tratta della sfida finanziaria, burocratica-amministrativa e viste le recenti cronache cittadine, anche politica. La vittoria in questo altro campionato è rappresentata dall’ottenimento della licenza per poter giocare nella stagione successiva. La dirigenza tutta sta completando un grande lavoro per fornire alla Swiss Football League le garanzie (su vari livelli) necessarie a strappare la luce verde alla commissione delle licenze. Quest’anno il termine di consegna per la documentazione è stato fissato al 10 marzo e vi sarà un dossier supplementare da includere, ossia quello dell’approvazione del progetto di ristrutturazione dello stadio Comunale tenendo conto delle precise esigenze della SFL inerenti sicurezza ed altri aspetti.

Il Consiglio Comunale previsto per il 1° di marzo (in Zona Cesarini …) determinerà la completezza della comunicazione che il FC Chiasso consegnerà (in caso di votazione favorevole al messaggio municipale) o la messa a rischio dell’ottenimento della licenza per la prossima stagione (qualora la maggioranza dei Consiglieri Comunali si pronunci negativamente). Le commissioni che si sono chinate sulla questione, propongono il congelamento su alcune voci di costo contenute nel progetto. Tra di esse è pure presente un oggetto che la SFL ha classificato come chiara esigenza. Qualora la decisione finale del Consiglio Comunale mantenesse tale congelamento sulla citata richiesta della lega, dovremo sperare nelle capacità d’interpretazione e nella flessibilità della commissione delle licenze che si riunisce a Berna.

Vi è poi l’aspetto inerente la partecipazione del FC Chiasso ai costi dei lavori allo stadio. La società ha raggiunto un accordo con il Municipio che prevede lo stesso principio utilizzato per altre società sportive della nostra città, vale a dire il 3% di partecipazione a tali costi. La maggioranza (8 su 9) della commissione della gestione propone di tramutare la proposta dell’Esecutivo in un affitto pari a 60'000 franchi annui. Importo quest’ultimo ben superiore alla risultanza del suddetto 3% e che complicherebbe ulteriormente la gestione del Club.

Il FC Chiasso compie quest’anno 107 anni. La dirigenza attuale investe denaro, tempo e tanta passione per salvaguardare questa tradizione ultracentenaria e per permettere alla società di diventare una delle migliori 20 squadre della Svizzera partecipando al prossimo campionato di Challenge League e portando con orgoglio i colori rossoblù ed il nome della città su tutto il territorio elvetico. Spero quindi che il 1° di marzo venga presa una decisione dettata dal buonsenso che permetta al FC Chiasso di guardare al futuro con ottimismo e rinnovato entusiasmo.

Davide Lurati
Presidente FC Chiasso

4 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cavadini Antonio22 febbraio 2012 19:09

      La redazione dovrebbe segnalare il nome di questo INCIVILE a Lurati .È ora di finirla con gli scribacchini che protetti dal anonimato vomitano ingiurie e diffamazioni .

      Elimina
  2. Lurati burattino è già in campagna elettorale

    RispondiElimina