mercoledì 29 febbraio 2012

La legge Fox Town condanna Polaris?

Il disegno di legge sugli orari di aper­tura dei negozi è maturo per approda­re la prossima settimana sul tavolo del­la Commissione della gestione (che avrà l'ultima parola sul testo da sotto­porre al Parlamento), con una novità di rilievo: la sottocommissione «nego­zi» coordinata da Marco Chiesa , dopo un intenso lavoro per tessere il consen­so attorno alla normativa, ha sciolto gli ultimi nodi giuridici e propone ora di inserire un nuovo articolo di legge che riguarda le grandi superfici superiori a 10 mila metri quadrati. Una sorta di clausola che nella pratica servirà a co­dificare nella nuova legge la prassi e gli orari oggi in uso per il FoxTown di Mendrisio. Il nuovo articolo, intitola­to «Factory outlet center» mette nero su bianco e chiarisce a livello legislati­vo la situazione in vigore da 15 anni, spiega Chiesa. «L'articolo concede l'apertura tutti i giorni dell'anno, quin­di anche la domenica, dalle 11 alle 19, tranne il giorno di Natale. Proprio co­me avviene attualmente».

Chiesa rile­va che la volontà politica scaturita al­l'unanimità in sottocommissione è sta­ta quella di regolare questo punto con un articolo a parte, cercando di tenere conto di tutte le sensibilità, anche per non doversi poi ritrovare a stravolgere l'impianto della normativa di fronte al caso concreto di questo grande centro. Questo considerato che il FoxTown non solo è già firmatario di un suo Contrat­to collettivo di lavoro, ma ha anche mil­le dipendenti ed ha quindi una fetta im­portante di posti di lavoro che vanno tutelati. «Da 15 anni questa realtà fun­ziona ed ha introiti importanti» aggiun­ge Chiesa, il quale è consapevole che la proposta si possa prestare a critiche, ma confida da un lato sull'esperienza maturata negli anni e dall'altro sul CCL che il FoxTown ha sottoscritto da anni. «Per noi come sindacato il FoxTown è un'eccezione da difendere con i den­ti, ma deve restare un'eccezione», dice dal canto suo Saverio Lurati , membro della sottocommissione per il PS e sin­dacalista di UNIA. «Ci sono mille po­sti di lavoro ben retribuiti e che sono anche una risorsa per l'economia del Canton Ticino. Se qualcun altro ritiene di poter fare un investimento con una ricaduta di questo genere, la nuova leg­ge glielo permetterà. Dopodiché c'è una legge federale sull'impiego della ma­nodopera, ma è un'altra questione». Ma è possibile blindare il FoxTown se a fare testo è una legge federale? «La legge cantonale mette le premesse per regolarizzare una situazione, definen­do i contorni del Factory outlet (super­ficie, tipo di negozio, eccetera).
Ricevuto il parere richiesto al consu­lente giuridico del Gran Consiglio, la sottocommissione ha anche appurato
la conformità dell'istituzione di una commissione consultiva del ramo del­la vendita (comprenderà rappresen­tanti di sindacati e padronato e avrà fa­coltà di fornire preavvisi al DFE circa l'apertura dei negozi), come pure la le­galità di innalzare la multa per i com­mercianti che violano la legge da 10 mi­la a 20 mila franchi. Lurati ritiene che la nuova commissione possa avere un ruolo importante. «Le degenerazio­ni potranno per lo meno essere discus­se all'interno di questo organo. Spet­terà poi a chi di dovere, in particolare DFE e Ispettorato del lavoro, interve­nire per evitare che degenerino ulte­riormente».

Fonte: Corriere del Ticino

15 commenti:

  1. Mendrisio batte Chiasso ancora una volta .

    RispondiElimina
  2. In Italia leggi del genere le chiamano 'ad personam', li stiamo copiando alla grande! Speriamo che il parlamento per una questione d'equità abbia il coraggio di bocciarla o che venga indetto un referendum.
    Resta irrisolto il probema dello sfruttamento della mano d'opera di domenica. Unia ha sempre detto che la domenica é una giornata dedicata al riposo, negando qualsiasi permesso d'apertura ... a parte il lavoro domenicale a Foxtown, tonificante e quant'altro, Foxtown sembra esser una beautyfarm!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo pienamente con te, queste leggi alla
      berlusconi qui da noi non dovrebbbero esserci.
      Il nostro bel POLARIS (e magari anche qualcun altro)deve avere le medesime opportunità del Fox Town.

      Elimina
  3. Marco Chiesa da subito sei sotto controllo!!!!
    ma VERGOGNARSI? MAI ?

    RispondiElimina
  4. Ma quando Foxtown si deciderà a mettersi in regola e chiedere a Berna il permesso di far lavorare i salariati la domenica, secondo i dettami della legge federale? Quando Berna interverrà per far rispettare la legge?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me mai... penso ad eventuali bustarelle !

      Elimina
    2. Beh, a riguardo l'ufficio del lavoro non é che sia molto attivo, ma si sa da che parte potrebbe pendere ...

      Elimina
  5. troppi interessi in ballo per far rispettare la legge.....

    RispondiElimina
  6. Legge fatta su misura per chi può permetterselo. Se Foxtown viene esonerato allora tutti anche i piccoli lo possono a richiesta. Mai visto una diparità di trattamento così palese annunciata con una non challange da far rabbrividire

    RispondiElimina
  7. Sfruttamento del lavoro domenicale???? Ma se i dipendenti del Fox Town hanno contratti specifici per il lavoro del fine settimana!!!!!! E sono BEN felici di lavorare la domenica perché sono pagati il 50% in più perché festivo, riposano 2 giorni la settimana...e vogliamo parlare di quanti FRONTALIERI lavora al Fox Town e di quanti Svizzeri residenti???? Solo FRONTALIERI!!! Polaris é stato massacrato per le assunzioni di QUALCHE italiano, massacrato per le domeniche, massacrato per la struttura...troppo fastidio a chi ha una legge tutta per sè?

    RispondiElimina
  8. Fatta la legge, fatto l'inganno!
    Perdonami anonimo subito sopra, ma purtroppo anche al Polaris la grande maggioranza dei dipendenti é frontaliera, inoltre permettimi, chi ha criticato il Polaris, Centro Ovale, Uovo o Dimante, é stato lungimirante, basta guardare il risultato finale...sempre vuoto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma come fai tu o altri a valutare un'attività dopo alcuni mesi? ... un po' di serietà, per favore ...

      Elimina
  9. A dire il vero ho giudicato quando ancora il centro era in costruzione...un po'di logica, altro che serità! Dai, non farmi ripetere le stesse cose, il centro Polaris è la BRUTTA copia del Serfontana!Per capirlo basta entrare e fare un giro! E' un buco nell'acqua punto e basta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E io l'ho giudicato ancor prima che lo costruissero ... siamo tutte e due molto brave evidentemente, ad andare a naso!

      Elimina
  10. Carognetta e anonimo andate al cinema a vedere HYSTERIA...

    RispondiElimina