giovedì 1 marzo 2012

Tifosi e stadio...le diffide arriveranno!

Finora l'ultimatum posto dal Municipio della cittadina il 10 gennaio ai vertici del Fo­otball Club Chiasso non ha avuto un segui­to significativo, dato che ancora non è sta­to preso alcun provvedimento nei confron­ti dei responsabili del lancio dagli spalti di una bomba carta in occasione del derby con il Bellinzona disputatosi al Comunale il 4 di­cembre scorso. L'esecutivo guidato da Mo­reno Colombo, un paio di settimane dopo la partita, aveva congelato il messaggio con la richiesta di un credito di quasi 4,4 milio­ni di franchi per lavori di manutenzione stra­ordinaria allo stadio comunale e interven­ti di adeguamento dell'infrastruttura ai pa­rametri fissati dalla Swiss Football League. Solo dopo il summit del 10 gennaio, duran­te il quale i rappresentanti dell'FC Chiasso avevano garantito l'impegno a sanzionare i colpevoli dei disordini del 4 dicembre, il Mu­nicipio aveva sbloccato la proposta di stan­ziamento.
I fondi pubblici sono vitali per il sodalizio sportivo, che entro il 10 marzo de­ve sottoporre alla Lega calcio elvetica il pro­getto di ammodernamento dello stadio. Co­sì, nel corso della seduta in programma og­gi alle 20.30, il Consiglio comunale di Chias­so sarà chiamato ad avallare lo stanziamen­to di denaro pubblico senza che siano stati puniti quei tifosi che Colombo ha definito «mele marce». Anzi, il campionato è nel frat­tempo ripreso dopo la pausa invernale e an­che chi ha lanciato il potente petardo il 4 dicembre ha potuto assistere dalle tribune alle partite della compagine rossoblù. È sta­to per contro potenziato il sistema di video­sorveglianza, col quale vengono ora tenuti sotto stretta osservazione tutti i settori del Comunale. Viene però da chiedersi se il con­gelamento del messaggio municipale sia da interpretare come un atto di pura facciata, senza alcun riscontro pratico. Così non sa­rà, garantisce il responsabile della sicurez­za dell'FC Chiasso Ivan Belloni . «Le diffide arriveranno. Abbiamo deciso di tenere in sospeso i provvedimenti per poter fare mag­giori approfondimenti volti ad identificare con assoluta certezza i tifosi da punire. Per questo, abbiamo chiesto documentazione alla polizia comunale, che ha stilato un rap­porto di 7 pagine sui disordini accaduti il 4 dicembre». Finora le autorità comunali si sono rifiutate di fornire il referto all'FC Chias­so, rimarcando che per il mantenimento del­l'ordine all'interno dello stadio è respon­sabile la società sportiva e che il resoconto della polizia riguarda solo gli scontri tra ti­foserie scoppiati all'esterno. Così, per Bel­loni, non è. Comunque, ribadisce, le diffide verranno intimate. «Se non le daremo noi - osserva - lo farà il Cantone», tramite il ser­vizio della polizia che si occupa di tifosi vio­lenti. Settimane fa, pure tra i sostenitori del­la squadra rossoblù è trapelata la notizia del­l'imminente diffida di due ultras. La puni­zione da infliggere prevede il divieto di en­trata in qualsiasi impianto che ospita incon­tri di calcio dei due principali campionati nazionali e partite di disco sul ghiaccio. La sanzione ha validità per un periodo che va da uno a tre anni, a dipendenza della gra­vità dell'atto contestato.

Fonte: Corriere del Ticino

4 commenti:

  1. LO SQUALO DEL BREGGIA1 marzo 2012 09:44

    RIDICOLO!!!!!
    si vuole immolare per forza degli innocenti permettendo al Sindaco di fare bella figura.
    il FC Chiasso é in chiara difficoltà, gli si chiede di mandare un paio di diffide (cosi il Sindaco potrà farsi bello con gli elettori come un nostrano Batman che punisce i cattivi) ma non sa a chi mandarle perché non ha prove concrete su chi punire.
    risultato?
    se diffida gente innocente perderà almeno una cinquantina di tifosi paganti (chissà se il Moreno paga l'entrata?) che giustamente sono incazzati per il modo di agire del bel tomo.
    se non lo fa si attirerà le ire del Municipio sobillato dal Principe di via Franscini...
    comunque se manda le diffide dovrà fare i conti con gli avvocati ddei diffidati rischiando seriamente di fare una figuraccia...



    Vergogna!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Cuculo del Sottopenz1 marzo 2012 14:54

      1°A Chiasso abbiamo il Sindaco o la Sindachessa ?
      2°Hai ragione diffidare per un petardo é ridicolo e controproducente
      3°Chi é il Principe di via Franscini ?
      4°Non preoccuparti le votazioni sono vicine e nessuno vuole perdere voti . Qualche cosa potrebbe anche cambiare , grandi manovre segrete dal colle ?
      Forza Chiasso

      Elimina
    2. Ma come cazzo parli? Ma Ripigliati!

      Elimina
    3. ma cos'è sta roba della bomba carta e scontri, manco fossimo al marcanà,.. qua mi sembra che le autorità si stanno fumando il cervello,.. cerchiamo di ridemsionare la situazione ,..io sabato sono andato a vedere il chiasso e mi hanno impedito di entrare allo stadio perché nello zaino avevo il deodorante della nivea,...

      Elimina