sabato 17 novembre 2012

La stazione di Chiasso cambierà volto

Cambierà volto la stazione cittadina
Il centro della cittadina di confine è pronto per essere rimodellato ed assumere un nuovo volto. Dei nu­merosi progetti concernenti la riqua­lifica del comparto FFS di Chiasso e delle strategie di sviluppo immobi­liare nel Comune, si è appunto di­scusso giovedì scorso durante un in­contro tra il Municipio e le FFS, rap­presentate da Jürg Stöckli, Peter Wi­cki e Giovanni Realini.
Nuovi spazi commerciali, abitazioni, posteggi, un nuovo terminale per i trasporti pubblici, nonché una scuo­la di importanza cantonale. Sono questi gli elementi che andranno a dare nuovo slancio all'area adiacente la stazione FFS.


La Scuola d'abbigliamento

Tra le novità in arrivo nella zona è previsto l'insediamento, negli spazi della stazione ferroviaria internazio­nale, della Scuola specializzata supe­riore di tecnica dell'abbigliamento. Durante l'incontro tra i vertici delle FFS e le autorità comunali è stata in­fatti confermata l'intenzione di pro­cedere al più presto con l'elaborazio­ne di un progetto che sarà accompa­gnato dalla miglioria delle aree cir­costanti.
«L'investimento nella riqualifica di questo comparto - si legge in una nota dell'Esecutivo cittadino - è molto importante per lo sviluppo di
Chiasso: così come spiegato dal sin­daco Moreno Colombo nella sua presentazione, l'attrattiva della citta­dina è in continua crescita e le richie­ste per l'insediamento di realtà am­ministrativo-commerciali non man­cano». L'arrivo di una scuola di rile­vanza cantonale darebbe inoltre, con i suoi 250 allievi circa, un nuovo impulso all'offerta formativa nella regione.
Un nuovo terminale per i bus

Un nuovo terminale per i trasporti pubblici è pure previsto di fronte all'entrata della stazione ferroviaria. Questo implica pure una deviazione del traffico privato in transito in via Motta.

Negozi, abitazioni e posteggi

Non da ultimo, durante la riunione, l'Esecutivo e i rappresentati delle FFS hanno analizzato la destinazio­ne dell'area interessata dalla variante di Piano regolatore che si estende lungo via Livio. In questa zona, l'au­spicio del Comune, in linea con il parere espresso dal Cantone, è di poter creare nuovi spazi commercia­li, con l'aiuto dei quali si andrebbero pure ad aumentare le offerte di lavo­ro. L'intenzione è pure quella di inse­rirvi nuovi spazi abitativi, realizzare un posteggio pubblico, dove trove­rebbero posto 75 veicoli, ed un park & rail capace di ospitare fino a 150 vetture.
 
Fonte: Corriere del Ticino

Nessun commento:

Posta un commento