mercoledì 26 dicembre 2012

Il sondaggio taglia i salari ai dipendenti comunali

Il sondaggio lanciato dal nostro blog, inerente la decisione del taglio del salario ai dipendenti comunali proposto dal Municipio, ha raccolto in favore dei votanti. Infatti il 53% di chi ha espresso il proprio voto ha votato a sostegno della decisione municipale. Un risultato per certi versi scontato, ma che non raccoglie quel consenso che si potrebbe immaginare davanti ad una categoria professionale, quella dei dipendenti pubblici, che rispetto a molti altri lavoratori si può definire privilegiata.

La rubrica twitterando, che chiedeva ai propri follower di esprimersi sulla decisione ha invero raccolto poche opinioni. Il consigliere comunale della Lega Claudio Schneeberger ha deciso di non esprimersi, volendo "attendere che la gestione (n.d.r. commissione) sforni il proprio messaggio. Più barricadieri i consiglieri comunali Otto Stephani del Partito Socialista e Giorgio Fonio del PPD. Per il socialista "i dipendenti comunali non meritano questo deprezzamento" mentre per il sindacalista OCST questa è "una misura ingiustificata e irrispettosa".

Ora non resta che attendere cosa succederà, ma ciò che ci pare chiaro è che attorno tutta questa faccenda regni una grande incertezza.

4 commenti:

  1. Decisione coraggiosa anche se può apparire impopolare. Tuttavia chi l'ha proposta ha dimostrato un coraggio politico che manca alla politica odierna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un po' come il coraggio di chi cambia partito... Vero compagno?

      Elimina
  2. Vedendo i nostri partiti oggi, è già un miracolo di Natale che ci sia ancora qualcuno interessato alla politica. infatti...nessuno. Oggi vince solo il disinteressamento ai partiti. E non lo si capisce ancora.

    RispondiElimina
  3. Perché non rinuciare al taglio del 2% e (re-)introdurre l'obbligo ai (ben pagati) dipendenti comunali di risiedere a Chiasso? Forse si incasserebbe di più!

    RispondiElimina