mercoledì 26 dicembre 2012

PPD sconfessato, Musso potrà essere nominato nel CdA di AMSA

Mariano Musso, potrà entrare nel CdA della società
A Chiasso avevano fatto parecchio discutere le nomine in seno al consiglio di amministrazione delle Autolinee Mendrisiensi SA. Oggetto del contendere la scelta del rappresentante del comune di Chiasso. Il PLR, partito che alle scorse elezioni ha ottenuto la maggioranza assoluta in municipio e quela relativa in consiglio comunale, aveva proposto il presidente della  sezione liberale di Chiasso Mariano Musso. Su iniziativa del consigliere comunale del PPD Giorgio Fonio però la candidatura era stata messa in discussione. Fatto sta che, clamorosamente, il legislativo comunale aveva preferito (tutti i partiti tranne il PLR) l'ex municipale Fabio Bianchi.

Contro tale decisione però i liberali hanno inoltrato ricorso al Consiglio di Stato. Il Cantone il 18 dicembre scorso ha quindi annulato la decisione del consiglio comunale perché, in estrema sintesi, visto il risultato delle elezioni ed essendo il PLR il partito di maggioranza, il posto nel cda dell'AMSA spetta loro di diritto.
Decisione che il PPD ripsetta, ci dice al telefono Giorgio Fonio, ma che tuttavia lascia l'amaro in bocca. In un comunicato stampa il PPD "prende atto con rammarico della sentenza del Consiglio di stato che annulla la nomina del Consiglio Comunale di Chiasso, di Fabio Bianchi nel Consiglio di Amministrazione della AMSA, Autolina Mendrisiense SA. Fabio Bianchi, ex municipale PPD, avrebbe potuto rappresentare il comune di Chiasso con grande competenza in seno alla società. Dalla sentenza del Consiglio di Stato ci pare di capire che la proposta del partito di maggioranza non necessita del voto del Consiglio Comunale: auspichiamo però che la proposta del PLR possa trovare un ampio consenso nelle istituzioni Chiassesi. Nel frattempo il consiglio di amministrazione di AMSA, senza il nuovo rappresentante di Chiasso, ha purtroppo già designato i nuovi Presidente e vice-presidente del cda così Chiasso è stato escluso da questa decisione".
 
"Insomma, aggiunge il consigliere comunale Giorgio Fonio, in questo caso abbiamo avanzato una proposta che comprendeva una valutazione di merito, e non di cadreghini, visto che Fabio Bianchi è stato municipale con competenze in ambito dei trasporti oltre che membro del Ente regionale di sviluppo. Ci aspettavamo un atto di "cortesia" dal PLR. D'altra parte ricordo che proprio il loro presidente cantonale ha recentemente sollevato il problema dei politici nei cda".
 

Nessun commento:

Posta un commento