sabato 16 febbraio 2013

SAV e Palapenz: tutto è stato fatto per evitare il buco? Fonio e Mazzoleni interrogano il Municipio

Egregio Signor Sindaco,

Egregi Signori Municipali,

 
Apprendiamo oggi dalla stampa che la SAV Vacallo SA e fallita lasciando dietro di se debiti nei confronti di giocatori, fornitori, ristoratorie non da ultimo il nostro comune.

Come confermato dal capo dicastero sport, signor Bruno Arrigoni (PLR), gli scoperti della società nei
confronti del Municipio sono di circa CHF 15'000.- per il mancato pagamento dell'utilizzo del Palapenz.


Questa storia purtroppo ci ricorda quanto successo nel 2000. Quando la vecchia società fallì e lasciò anche in quel caso degli arretrati nei confronti del nostro comune. Si ricorda che in quel tempo il Municipio chiuse la porta in faccia alla società sportiva intimando loro il pagamento di quanto dovuto. Subito dopo sopraggiunse il fallimento.

Mal si comprende dunque questa nuova situazione che porta al Municipio di Chiasso una perdita di CHF 15'000.- che ancora una volta verranno pagati dai cittadini... di Chiasso!

Visto quanto sopra chiediamo:

1. Per il quale motivo il Municipio non è intervenuto tempestivamente alfine di evitare di trovarsi nuovamente a rivivere la situazione vissuta nel 2000?

2. Per quale motivo il capo dicastero sport non è intervenuto tempestivamente come si fece, purtroppo in maniera tardiva, nel 2000?

ln attesa di una cortese risposta nei terminidi legge, cogliamo l'occasione per porgervi i nostri migliori saluti.
 
Giorgio Fonio e Gianandrea Mazzoleni


5 commenti:

  1. Non sono ancora in possesso materialmente di questa interrogazione, ma presumo che sia stata spedita pure al Municipio e non solo agli organi d'informazione. Alcune considerazioni:
    - Il signor Fonio mi ha contatto giovedi sera per un'intervista a Radio Com. Chiassese. Ho dato informazioni in modo trasparente sulla situazione della Sav Vacallo (e lui mi ha intensamente ringraziato). Quale ulteriore "ringraziamento" mi trovo,da parte sua, due giorni dopo sui giornali un'interrogazione contro il sottoscritto. Grazie Giorgio per la tua mancanza di sensibilità, correttezza e onestà!!!
    - Tengo a precisare che la Sav Vacallo ha pagato gli "affitti" per le partite di dicembre, gennaio e, salvo l'ultima partita, di febbraio. Il credito del comune non è quindi aumentato negli ultimi mesi. Nei mesi precedenti, come tutti a Chiasso, abbiamo dato fede alle loro promesse di pagamento.
    - Sul da farsi, verrà presa una decisione nella riunione di Municipio di martedì prossimo. Non mi voglio quindi sbilanciare.
    - Penso inoltre che la situazione di alcuni ristoranti sia peggiore della nostra e spero che possano rientrare delle somme scoperte. Questi ristoratori, in buona fede, hanno cercato di aiutare una società blasonata come la Sav restando alla fine gabbati.
    - Fare un'interrogazione è un diritto di ogni consigliere comunale. Io resto dell'avviso però che un'interrogazione debba portare un argomento a beneficio della popolazione. Mi chiedo quale beneficio ha la popolazione con una tale interrogazione!
    Bruno Arrigoni
    Dicastero Sport & Tempo libero

    RispondiElimina
  2. Caro Bruno, evidentemente l'interrogazione è stata inviata al Municipio da Mazzoleni e dal sottoscritto dopo aver letto le informazioni sul CdT, ma non cambia nulla. Permettimi un appunto. Sei una persona in gamba e ti stai destreggiando bene nel ruolo di Muncipale, ma dovresti evitare di attapirarti ogni qual volta che qualcuno interroga il Municipio in merito ad un tuo dicastero. Ti eri già arrabbiato per la questiona fermata bus, peccato.
    Per quanto concerne l'utilità o meno dell'interrogazione, lascia giudicare alla gente.
    Apprezzo comunque che la risposta all'interrogazione tu la dia attraverso un blog. Dico apprezzo perchè non voglio pensare che con questo gesto poco "ufficiale" voglia sminuire il ruolo degli interroganti contravvenendo alla Loc.
    Detto ciò, attendiamo fiduciosi la risposti.
    Con immutata stima e cordialità.
    Giorgio

    RispondiElimina
  3. Dal CdT di giovedì ore 06.00:
    La SAV Vacallo deve versare circa 15.000 franchi nelle casse comunali – dichiara Bruno Arrigoni, municipale e capo Dicastero sport –. Il signor Marco Driutti (ammini­stratore unico gialloverde, ndr) aveva pro­messo la copertura del debito entro fine gennaio, ma finora non abbiamo visto un centesimo. Inoltre, il club deve ancora versare 400 franchi di tassa per l’usufrutto del Palapenz, inerenti alla partita di inizio mese contro il Nyon».

    La tua intervista radio è andata in onda giovedi sera ale ore 20.00!!!

    Prima di darmi del disonesto e dello scorretto ti chiedo di documentarti sempre. Potresti fare delle brutte figure e fare arrabbiare qualcuno.

    Sempre con immutata stima e simpatia.

    Giorgio

    RispondiElimina
  4. Ma anche xke cosa pensavi che era il comune che metterci la faccia x far fallire la sav???!
    Xke si aspettava solo il primo passo(o di giocatori o fornitori)x dichiarare fallimento!!!!
    E voi speravate che fosse il comune a metterci la faccia con conseguenti polemiche interne e con gli abitanti di vacallo.

    RispondiElimina
  5. Un'interrogazione con molti limiti di contenuto e soprattutto molti interessi degli interroganti? Se uno fallisce, é in primis il debitore a dover essere accusato. Ma il politico é in grado di stravolgere anche questo principio.

    RispondiElimina