martedì 23 aprile 2013

Degrado all'esterno della Scuola media di Chiasso. Richiesto l'intervento del Muncipio

Le immagini di Tio
 "Bottiglie, vetri, assi di legno e piode estratte dal selciato. Ecco la situazione fuori dalla Scuola media di Chiasso dopo il goa party di ieri notte". Che si tratti di goa party o di una semplice festicciola o ancor meno, di una riunione tra amici in un'area pubblica, non è dato sapere, anzi, classificare. Ma un nostro lettore ci segnala con foto e descrizione quella che è stata la situazione che questa mattina gli alunni e gli insegnanti della scuola media di Chiasso hanno potuto osservare, prima di entrare nelle aule. A Mendrisio presso l'area pubblica delle scuole medie, i ripetuti party che si tenevano puntualmente ogni settimana crearono qualche mese fa un vero allarme cittadino tanto da indurre le autorità ad attivare un vero divieto di accesso nell'area pubblica.

Abbiamo ascoltato il direttore della scuola media chiassese, Riccardo Camponovo, che intanto conferma: "Sì questa mattina c'era il personale di pulizia che stava facendo ordine nel nostro piazzale. Penso abbia raccolto un bel sacco di materiale". Camponovo conosce il problema e nelle ultime settimane ha preso contatti con il Municipio, chiedendo un maggiore controllo dell'area. "Ogni tanto troviamo sporcizia fuori ma nient'altro. Visto che è un luogo pubblico, un luogo del Comune di Chiasso, sarebbe necessario fare qualcosa prima che ci siano danni agli stabili di loro proprietà".

Tuttavia il direttore specifica che non si tratta di una situazione consueta, come poteva essere quella di Mendrisio: "Le feste sono casuali, non non c'è un giorno specifico. Ci sono state giornate dopo le quali abbiamo trovato tanta sporcizia, ma non è una situazione regolare per nostra fortuna. Tuttavia l'area va tenuta d'occhio proprio perché si eviti che possa degenerare o si verifichi la medesima cosa di Mendrisio. Per ora, da quello che mi viene detto, le feste non sono organizzate da nostri allievi, forse da qualche ex, ma penso abbiano un'età maggiore".

Fonte: www.tio.ch

2 commenti:

  1. Telecamere per proteggere i luoghi pubblici !!!
    Non mi piaccioni questi sistemi ma se siamo ridotti a questo livello chi rompe paghi.
    E non c'e' sempre bisogno di spendere milioni con i solito amici degli amici, ogni utente di internet oggi sa' cosa e' una webcam, o devo venire io a spiegare come installarle ?

    RispondiElimina
  2. Se hai bisogno vengo anch'io , porto la scala e il trapano .

    RispondiElimina