martedì 2 aprile 2013

Vacallo snobba Chiasso e festeggia il 1° di agosto in "solitaria"

Sarà il Consigliere federale Johann Niklaus Schneider-Amman, responsabile del Dipartimento federale dell’economia, della formazione e della ricerca, a pronunciare l’allocuzione del 1° agosto a Chiasso. La manifestazione sarà organizzata quest’anno dai comuni di Chiasso e Balerna. Vacallo, per contro, “intende partire con il rinnovamento e con dei festeggiamenti in proprio”. Lo anticipa il Municipio di Chiasso rispondendo a un’interrogazione di Otto Stephani (Us).

L’accordo tra Balerna, Chiasso e Vacallo è datato 1975. Si tratta di un accordo che è stato voluto “sulla base di un preciso protocollo concordato tra le parti, che per esempio tiene adeguatamente conto della rappresentanza politica dei tre comuni coinvolti nella scelta dell’oratore”. Tra le motivazioni che hanno portato a unire le forze, anche “la scarsa partecipazione della popolazione e il modesto entusiasmo in generale alla manifestazione”. La presenza di un Consigliere federale, che per la prima volta sceglie di pronunciare il suo discorso a Chiasso, “non mancherà di esercitare una forte attrattiva anche sugli abitanti degli altri Comuni che ci circondano”.

Passando al tema aggregazione, pure sollevato nell’interrogazione, il Municipio di Chiasso si è sempre dichiarato favorevole a un discorso aggregativo nel Basso Mendrisiotto. Lo ha ribadito nel corso dell’ultima seduta di Consiglio comunale e lo ha messo per iscritto nella risposta a Otto Stephani. “È noto che in tutti i legislativi dei comuni attorno a Chiasso sia stato depositato un atto parlamentare inteso a riattivare anche in quei comuni il dibattito – si legge nella risposta –. Ma per il momento non ci risulta sia stata emanata una presa di posizione in merito”. Chiasso ha inviato una lettera agli altri Municipi per sapere a che punto è l’esame delle mozioni nei rispettivi Consigli comunali. L’esecutivo della cittadina di confine ha inoltre “preso atto che si è costituito un comitato a favore dell’aggregazione”.

Fonte: La Regione

Nessun commento:

Posta un commento