martedì 7 maggio 2013

Apprendista frontaliere, il Municipio fa mea culpa e apre un nuovo concorso

Anche Pantani ha smorzato i toni della polemica
Municipio di Chiasso fa marcia indietro: oggi, al termine di una seduta animata, ha infatti deciso di revocare la risoluzione del 18 aprile con la quale era stato assunto come apprendista giardiniere un giovane frontaliere (con residenza a Catania).

In un comunicato, l'Esecutivo cittadino riconosce l'errore commesso e spiega che l'interessato ha nel frattempo già rinunciato all'impiego.

"Per favorire l'occupazione giovanile nei prossimi giorni verrà pubblicato un nuovo concorso per l'assunzione di un apprendista della nostra regione", conclude il Municipio.

Rivelazioni, accuse e controaccuse

La decisione odierna dell’Esecutivo è stata preceduta da alcune prese di posizione. In particolare, il vicesindaco Stefano Camponovo, municipale responsabile del dicastero in questione (Ufficio tecnico), in un'intervista al Corriere del Ticino ha spiegato che alla seduta in cui è stato assunto il 26enne italiano lui non c'era.

Il rappresentante del PLR ha ricordato pure che quel candidato era stato scartato dai suoi collaboratori, ragione per cui non era stata fatta alcuna verifica sul permesso di lavoro: non si poneva il problema di verificare se aveva un permesso G da frontaliere o B da straniero residente.

La municipale leghista Roberta Pantani ha replicato, accusando il collega e i suoi servizi di aver allestito un dossier in modo dilettantesco e affermando di sentirsi ingannata: “non avrei mai approvato l’assunzione di un frontaliere”.


Due assunzioni per un posto

I quattro municipali presenti il 18 aprile hanno avallato la proposta dell'Ufficio tecnico, e del collega assente, e assunto un giovane di Novazzano. Poi qualcuno, sembra uno dei due liberali-radicali, ha suggerito di assumerne un secondo: un giovane della città. C'erano tre nomi. Due sono stati immediatamente scartati. E’ così rimasto il 26enne frontaliere. Ufficialmente dunque la versione è questa: si voleva fare un atto politico in favore dei giovani del comune.

Il PPD (partito all'opposizione nella città di confine), nel comunicato stampa della scorsa settimana, parlava invece di una logica in cui si aiutano gli amici degli amici. Un sospetto rilanciato su internet anche dalla stessa Pantani.

La municipale della Lega, questa sera su twitter, abbassa però toni e commenta così la decisione del Municipio di annullare il concorso: "Riconoscendo l'errore commesso... Mi sembra questo il punto più importante".


Fonte: www.rsi.ch

Nessun commento:

Posta un commento