venerdì 31 maggio 2013

Chiesto più controllo sull'attivita dell'AGE SA

Sono in minoranza, ma la loro posizione è convinta. È importante che il legislativo di Chiasso possa esercitare un controllo sull’attività dell’Age Sa, l’Azienda acqua, gas ed elettricità. Agnese Ferrazzini , Elisabetta Toscanelli , entrambe di Us, e Mauro Mapelli del Ppd, hanno infatti sottoscritto la mozione presentata nel 2010 da un gruppo consiliare interpartitico (primo firmatario Aron Camponovo). I tre consiglieri comunali si sono distaccati dai colleghi della Commissione speciale Rod e Regolamento comunale. E sposano la linea degli Enti locali, interpellati in merito l’anno scorso dal Municipio. È coerente, motivano nel rapporto, “pensare ad una Commissione ad hoc riguardo l’Azienda Age”.
 
Azienda trasformata in società anonima, ma che vede l’intero esecutivo sedere nel Consiglio di amministrazione. L’obiettivo perseguito dai mozionanti, ricordano i tre consiglieri, non solo darà modo di vegliare sull’operato del Cda, ma si rivelerà “salutare per un controllo dell’Azienda”. Per declinarlo appieno, suggeriscono ancora, occorre però sentire il parere di esperti in diritto societario. Esperti che potranno illuminare sulla definizione dei compiti da attribuire alla nuova Commissione, che, come annotano gli Enti locali, sarà chiamata a preavvisare i messaggi municipali, in particolare i consuntivi, “per gli aspetti attinenti all’agire del Comune attraverso soggetti esterni all’amministrazione, compreso quello attraverso le Sa”. Di conseguenza Ferrazzini, Toscanelli e Mapelli appoggiano la creazione del nuovo organismo “al fine di garantire un controllo pertinente da parte del legislativo su beni divenuti indispensabili quali elettricità e gas”.

Fonte: La Regione

Nessun commento:

Posta un commento