martedì 10 dicembre 2013

In via Bossi sono tornati gli alberelli e con essi il buon umore e l'aperitivo del 18 dicembre


Quelli più grandi sono ora qui!
Vedersi portare via gli alberelli di Natale richiesti, ottenuti e successivamente addobbati in base alle caratteristiche del proprio negozio, è stato un colpo duro da digerire per i commercianti di via Bossi, a Chiasso. A motivare questa decisione, resa operativa venerdì scorso, sono state le lamentele di alcuni passanti: dove non è stato possibile trovare una soluzione alternativa, gli arbusti sono infatti stati collocati sui marciapiedi. Da ieri la situazione sembra essere tornata alla normalità: gli alberelli, di dimensione ridotta, sono (quasi) tutti tornati al loro posto e in alcuni casi sono state trovate collocazioni di fortuna nelle immediate vicinanze dei negozi. Si è quindi tornati a respirare il clima natalizio? La risposta sembra essere affermativa, anche se tra alcuni commercianti è rimasto un po’ di amaro in bocca. «Ci interessava avere un segno di Natale – ci dice la titolare di un negozio di via Bossi –. Per noi questa è una via di transito molto importante ed era bello vedere i bambini, ma non solo loro, che guardavano ammirati gli alberelli». Riguardo alla viabilità pedonale ridotta, un altro commerciante ci dice che «è vero che in alcuni casi l’albero poteva ostruire il passaggio. Ma dall’altra parte della strada, dove il marciapiede è più largo, si passava tranquillamente».


I commercianti non puntano il dito contro nessuno. Anzi sottolineano la collaborazione di Ufficio tecnico e Municipio. «I dipendenti dell’Ufficio tecnico ci hanno anche aiutato a togliere gli addobbi – ci dicono in un altro negozio –. Ci siamo sentiti presi in giro perché la gente non è tollerante verso i commercianti: non è possibile che ogni volta che si fa o si organizza qualcosa per i cittadini non vada bene nulla». Per Giordano Arrigo, ex presidente della Società commercianti del Mendrisiotto, a scatenare le lamentale sono state «persone che non hanno fiducia in Chiasso. Quando, venerdì, ci hanno comunicato che gli alberi sarebbero stati rimossi, siamo rimasti tutti di stucco perché eravamo tutti entusiasti». 

Confermato l’aperitivo 

Nel fine settimana è stata diffusa la notizia che l’aperitivo previsto il 18 dicembre lungo via Bossi, fosse stato annullato per protesta. La manifestazione, giunta alla terza edizione, si terrà come da programma dalle 17.30 alle 19 all’esterno di una quindicina di negozi ed esercizi pubblici lungo la via. «Siamo ancora più carichi di prima – ci dicono –. Facciamo tutto di tasca nostra: al Comune abbiamo chiesto solo di metterci a disposizione i tavoli».

Fonte: La Regione

Nessun commento:

Posta un commento