mercoledì 30 aprile 2014

La polizia comunale arresta ladro in flagranza di reato

Aveva eletto il supermercato Corso, a due passi dalla Via delle Genti a Chiasso, quale meta privilegiata per le sue scorrerie notturne il giovane ladro fermato poco prima della mezzanotte dell’altro ieri proprio mentre stava tentando di ripulire il negozio in pieno centro. La quarta incursione, dopo le tre riuscite settimana scorsa, gli è stata fatale. A mettergli le manette ai polsi sono stati gli agenti della polizia comunale di Chiasso, che, giunti in via Valdani, hanno sorpreso il ladro, un 25.enne di origini angolane residente nel Mendrisiotto, in piena azione. Come nelle occasioni precedenti, il balordo si era introdotto nel supermercato forzando la porta d’ingresso. «Non si esclude che il 25.enne sia l’autore di altri tre furti con scasso commessi negli scorsi mesi nella stessa attività» si legge nel comunicato diramato ieri da Ministero pubblico e polizia cantonale. Nutre pochi dubbi una delle responsabili del negozio, la quale precisa che i precedenti tre colpi sono tutti stati messi a segno settimana scorsa. La refurtiva, aggiunge, si compone prevalentemente di stecche di sigarette, per un valore di alcune centinaia di franchi. Dagli scaffali sono inoltre spariti dei prodotti alimentari. Toccherà alla magistratura accertare il numero di furti da ascrivere al giovane delinquente.

Nel recente passato, altre attività commerciali del centro di Chiasso avevano subito la visita dei ladri. Tra le più tartassate la pasticceria Vialetto, razziata a svariate riprese da un ragazzo attorno alla ventina ben noto ai servizi sociali della regione. Risalgono a poche settimane fa delle incursioni in un paio di negozi di via Bossi. Frequenti, nei giorni scorsi, i colpi nelle case, che hanno creato sconcerto e preoccupazione tra gli abitanti della cittadina e delle frazioni di Seseglio e Pedrinate. Tra gli ultimi casi segnalati, come anticipato dal Corriere del Ticino del 28 aprile, i furti messi a segno settimana scorsa in una palazzina di appartamenti in via Alighieri, dove i soliti ignoti sono riusciti ad arraffare diversi preziosi.

L’arresto di un 73.enne italiano

Un altro arresto, quello di un 73.enne cittadino italiano domiciliato nella provincia di Varese, è scattato qualche giorno prima del fermo del 25.enne africano. La decisione di privazione della libertà, eseguita il 25 aprile, è nel frattempo stata confermata dal Giudice dei provvedimenti coercitivi.

«Grazie alla celere segnalazione di un cittadino che lo aveva notato con fare sospetto nelle vicinanze di auto, l’uomo è stato fermato in via San Gottardo a Balerna da agenti della polizia comunale di Chiasso. All’interno della sua vettura è stata recuperata refurtiva (un pc portatile, pennette usb, un lettore mp3) di un furto con scasso in una vettura avvenuto in mattinata a Molinazzo di Monteggio» recita la nota diffusa ieri dagli inquirenti. L’anziano è l’autore di un altro furto con scasso perpetrato il 19 aprile a Muzzano, dove ha pure prelevato materiale all’interno di un veicolo posteggiato. L’inchiesta, coordinata dal procuratore pubblico Arturo Garzoni, prosegue con l’obiettivo di chiarire l’eventuale coinvolgimento dell’uomo in altri furti commessi con le stesse modalità negli scorsi mesi.

Fonte: Corriere del Ticino

Nessun commento:

Posta un commento