lunedì 14 aprile 2014

Mandati a Fabio Bianchi? Tutto regolare!

Fabio Bianchi, ex municipale
Vengono seccamente fugati dal Municipio di Chiasso i dubbi sollevati dai consiglieri comunali leghisti Gianandrea Mazzoleni e Claudio Schneeberger sui mandati affidati all’ex municipale ed attuale consigliere comunale della cittadina Fabio Bianchi. In effetti, argomenta l’Esecutivo nella recente risposta ad un’interrogazione, il conferimento di un appalto ad un ex municipale non configura un conflitto di interessi né contrasta «con alcuna disposizione legale in vigore». A motivare gli interrogativi dei membri della destra erano stati due mandati diretti di ingegneria affidati nell’ambito della realizzazione dell’ecocentro e della riorganizzazione del sistema di raccolta dei rifiuti allo Studio ing. F. Bianchi.

Incarichi del valore di poco superiore a 85 mila franchi assegnati, fa sapere il Municipio, con risoluzioni del 31 maggio 2012 e del 3 dicembre 2013. Il collegio guidato da Moreno Colombo tiene inoltre a specificare che, «nel rispetto della Legge sulle commesse pubbliche, suddivide equamente i mandati per prestazioni da ingegnere civile tra gli studi attivi nella regione del Basso Mendrisiotto, che a ben vedere si possono contare sulle dita di una mano». In conclusione, le disposizioni di legge sui casi di collisione di interessi riguardano «ovviamente solo i membri dell’Esecutivo in carica e non certo quelli che sono stati presenti all’interno della compagine municipale nel passato recente o remoto, poiché dal momento dell’uscita dalla scena politica, non lo sono più».

Font: Corriere del Ticino

Nessun commento:

Posta un commento