giovedì 10 aprile 2014

Mandato diretto per il prefabbricato delle scuole

Ridimensionato il progetto iniziale grazie alla disponibilità del Cantone, che intende ora costruire in proprio il nuovo stabile con le aule speciali di scuola media, l’Esecutivo di Chiasso dovrà posare un prefabbricato nel comparto scolastico necessario solo per i corsi di educazione alimentare, mentre le altre discipline – educazione visiva, educazione tecnica, tecnica dell’abbigliamento e sostegno pedagogico – continueranno a trovare ospitalità, fintantoché non sarà pronta la sede definitiva, negli spazi dell’istituto comunale.

Per l’installazione del prefabbricato le autorità comunali hanno trovato un accordo con la Genazzi&Artioli. In virtù di un incarico diretto, la cittadina verserà un leasing di 40-50 mila franchi all’anno alla società facente parte del Gruppo Artisa. Lo spazio provvisorio dovrà essere agibile entro l’inizio del prossimo anno scolastico. L’esigenza di disporre di nuove superfici nelle quali inserire le aule speciali si è fatta pressante dopo la demolizione, lo scorso ottobre, dello stabile ex Cattaneo. Abbattimento che poggia, come svelato dal Corriere del Ticino del 18 marzo, su una delibera municipale giudicata illecita dal Tribunale cantonale amministrativo.

Fonte: Corriere del Ticino

Nessun commento:

Posta un commento