mercoledì 21 maggio 2014

Devastata la madonnina del Penz

Non c’è pace per la Madonnina del Penz: il nuovo simulacro, posato cinque mesi fa nei boschi della collina chiassese in sostituzione di quello di Selim Abdullah rimosso poiché non gradito ai fedeli, nei giorni scorsi è stato danneggiato dai vandali, che hanno staccato le mani e rotto altre parti.


Nessun commento:

Posta un commento